top

La
nostra storia

A la Pace del Palato troviamo il meglio della tradizione interpretato in una chiave innovativa o un processo creativo che si basa sulle solide basi della cultura culinaria.

Ognuno trova la propria interpretazione alla cucina. Ma tutti trovano un ambiente intimo, ricercato e la massima attenzione al servizio e a tutti i dettagli dell’arredamento.

Le dimensioni della sala, lo stile del locale e il limitato numero dei coperti sono il frutto di una precisa scelta: offrire la massima attenzione ai bisogni del cliente e ricreare un’atmosfera elegante e accogliente.

La cura con cui Renato Pesce si occupa dei clienti dal momento dell’aperitivo sino al dolce, le innumerevoli spiegazioni e digressioni sulle tecniche culinarie e le materie prime usate sono possibili solo grazie alla volontà di creare un luogo lontano dalla filosofia del mangia e fuggi.

La Pace del Palato vuole essere un’oasi della buona tavola, un locale dove un pasto deve costituire una esperienza conviviale e sensoriale di altissima qualità.

" La Pace del Palato, a Roma come a Parigi. "

Il Messaggero

" Ecco i templi culinari dove la polpetta è sacra. "

Gente Viaggi

" Funghi, tartufo, bufala, ecco La Pace del Palato. "

Il Gambero Rosso